Giangiacomo questa volta ce la può fare

Un piccolo racconto, anzi, un mini-racconto dal sapore amarognolo.

Giangiacomo questa volta ce la può fare: 2 assi in mano e l’attesa di un’ultima carta al river che gli servirà il full della vita.
Il piatto è succulento e la posta in gioco è alta: la sua casa, impregnata dei sacrifici di una vita è lasciata alla mercé di una pokerata con gli amici.

Una vita modesta, la sua, senza fronzoli né sogni di gloria; stipendi accumulati per rincorrere un mutuo dopo l’altro, un lavoro svolto con costanza ma senza particolare acume, la pensione arrivata puntuale dopo anni passati con i gomiti su una scrivania. Il meritato riposo ha portato con sé una nuova routine: la spesa al supermercato il venerdì mattina, l’arrosto riscaldato la domenica sera, il bricolage pomeridiano e la serata del Poker il martedì. Nessun cartellino da timbrare, finalmente la libertà.

I debiti di gioco sono cresciuti pian piano, silenziosi e con un andamento lento e costante che ricalca la sua esistenza, fino a diventare enormi, insostenibili. Giangiacomo però non si scoraggia, capita a tutti un po’ di sfortuna e la prossima settimana sarà fortunatissimo, se lo sente. Il frigorifero combinato classe A+++ impegnato la settimana scorsa gli ha permesso un’altra chance, forse l’ultima.

Giangiacomo questa volta ce la può fare, e il torace gli si gonfia di speranza mentre le dita sudaticce stringono i due assi plastificati.
A dirla tutta Giangiacomo non è un giocatore particolarmente abile, il suo approccio verso il poker è quello avuto nei confronti di tutta la sua vita: poca cura, nessun interesse al miglioramento, un incedere ciondolante verso ogni nuovo piccolo traguardo.
In quelle due carte rivede la sua vita: quante emozioni modeste, quanti sogni ben calcolati, quante gioie misurate si posano come polvere sul mobilio della sua casa.

L’ultima carta viene posata sul tavolo in una fila ordinata di probabilità.

Giangiacomo questa volta ce l’ha fatta: il suo covo di ricordi con filtro “Earlybird” è ancora suo, così come è di nuovo suo il frigorifero combinato classe A+++ in colore argento satinato.

La settimana prossima, con un po’ di fortuna, potrà riguadagnarsi anche i suoi due figli.


Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Pinterest
  • Tumblr
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

   


2 pensieri su “Giangiacomo questa volta ce la può fare

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *